#DIRITTO ALLO STUDIO

L’Unità di Ricerca del Tema 4 si pone l’obiettivo di approfondire il concetto di benessere sociale tramite una differente declinazione del rapporto tra sistema urbano e sistema universitario. L’approccio adottato permette sia di identificare nuove ed emergenti categorie di bisogni sia di individuare le condizioni grazie alle quali intendere il diritto allo studio come un diritto sociale compiutamente inteso. In estrema sintesi, diritto allo studio come social-empowerment e come strumento per l’allargamento dello spazio pubblico.

Per conferire maggiore rigore metodologico e fondare una metodologia della ricerca centrata sulla peculiarità del contesto foggiano ma opportunamente versatile al fine di poter essere applicata anche per l’analisi degli altri contesti universitari regionali, le principali domande di ricerca includono il diritto allo studio nella categoria dei beni comuni. Di conseguenza, affinché le città universitarie acquisiscano servizi in grado di trasformare l’esperienza universitaria in una pratica social-empowerment utile per tutta la cittadinanza, l’Unità di Ricerca è impegnata a definire:

  • interventi di rigenerazione urbana diretti a rendere più aperti e fruibili gli spazi pubblici della cultura, ovvero a progettare gli spazi urbani immaginando che la permanenza degli studenti non sia a tempo determinato ma, viceversa, possa essere l’inizio di nuove forme di convivenza e contaminazione intergenerazionale;
  • politiche urbane condivise con il sistema universitario, tali da dar vita a “comunità di pratiche”. Le città e le università formano nuovo capitale sociale perché si impegnano a sviluppare nuove identità utili a potenziale forme di innovazione e benessere sociale. In questa prospettiva, gli studenti non sono una categoria di city users ma diventano protagonisti di policies e di nuovi processi di civic engagement.

Download